10 cose da vedere a Milano

10 cose da vedere a roma

Sicuramente le prime cose che vengono in mente pensando alla città di Milano sono due: la moda e il design.

Eppure, la capitale meneghina offre molto di più, tra luoghi di interesse storico e culturale, musei e attrazioni.

Per aiutarvi ad orientarvi all’interno della città, abbiamo pensato a questa guida, con lo scopo di presentare i 10 luoghi imperdibili di Milano.

1. Il Duomo di Milano

Il Duomo di Milano, situato nell’omonima piazza, è sicuramente il simbolo della città, ricco di storia, nonché una delle prime cose da vedere appena arrivati nella capitale meneghina.

È il più grande edificio in stile gotico d’Italia, realizzato con marmo rosato.

Alto 157 metri, presenta, sulla vetta della guglia maggiore, la famosa statuetta dorata della Madonnina.

Consigliata è la salita sulla terrazza, da cui si può godere di una vista mozzafiato su tutta la città.

2. Galleria Vittorio Emanuele II

Costruita nel 1865 dall’architetto Giuseppe Mengoni, la Galleria Vittorio Emanuele II collega piazza Duomo a piazza della Scala.

Oggi ospita negozi delle più grandi marche e alcuni ristoranti gourmet, in cui vivere un’esperienza culinaria.

Se siete amanti della buona cucina o volete godere di un momento culinario diverso dal solito, consigliamo questa guida ai maggiori ristoranti di lusso della città.

Infine, un’antica e famosa tradizione relativa alla Galleria è quella legata al rito scaramantico secondo il quale porti fortuna ruotare tre volte su sé stessi col tallone del piede destro posto in corrispondenza dei genitali del toro ritratto a mosaico sul pavimento della Galleria.

3. Castello Sforzesco

Costruito nel 1360 da Francesco Sforza, nonché il primo duca di Milano appartenente alla dinastia degli Sforza, oggi il Castello Sforzesco è uno dei luoghi di interesse più importanti e famosi della città.

Nel corso della sua storia ha avuto diverse ricostruzioni, abbellimenti e restauri, diventando un simbolo dei momenti storici di Milano.

Oggi il Castello ospita diversi musei, visitabili previo acquisto di un biglietto: Museo Pietà Rondanini, Museo d’arte antica, Museo dei mobili e delle sculture lignee, Sala delle Asse, Pinacoteca, Museo delle arti decorative, Museo degli strumenti musicali, Museo archeologico (sezioni preistoria, protostoria ed egizia)

4. Parco Sempione

Simbolo di Milano, Parco Sempione è definito come il polmone verde della città.

Costruito tra il 1890 e 1893, infatti, il Parco si estende per 47 ettari, presentando una vasta distesa verde adornata da alberi e piante e un grazioso laghetto artificiale, oggi abitato da anatre e tartarughe.

Nel Parco è possibile osservare, oltre al famoso Castello Sforzesco, anche il Palazzo dell’Arte de La Triennale, l’Arco della Pace, l’Acquario civico e l’arena civica.

5. Gae Aulenti

Il complesso urbanistico in cui sorge piazza Gae Aulenti, opera dell’architetto Cesar Pelli, si estende tra la stazione ferroviaria di Porta Garibaldi e il quartiere Isola.

La piazza è una delle più moderne di Milano e ospita un complesso di edifici davvero straordinari, il cui più impressionante è la torre di Unicredit, nonché grattacielo più alto d’Italia, con i suoi 231 metri d’altezza.

Dalla piazza è possibile osservare l’opera dell’architetto Stefano Boeri, ovvero il famoso Bosco Verticale, un complesso di due palazzi residenziali ai margini del quartiere Isola.

6. Corso Como

Il progetto “Porta Nuova” ha dato vita ad un nuovo quartiere nella città di Milano, comprendente piazza Gae Aulenti e il famoso corso ad essa collegato.

Dalla piazza, infatti, si raggiunge il lungo corso pedonale, ricco di negozi, ristoranti e locali, perno della movida milanese, costituendo la cosiddetta “Milano da bere”.

Da non perdere, al numero 10 di Corso Como, è la famosa Galleria Carla Sozzani, interamente dedicata a fotografia, arte, design e architettura. L’edificio ospita, inoltre, una libreria, con una vasta selezione di libri dedicati all’arte, e una caffetteria con un meraviglioso giardino.

7. CityLife

Nel quartiere di Portello sorge il complesso commerciale e residenziale CityLife, progettato dagli architetti Arata Isozaki, Daniel Libeskind e Zaha Hadid.

Il quartiere è noto anche con il nome “Tre Torri” per la presenza, appunto, di tre torri ognuna ad opera di un architetto diverso:

  • La torre Hadid, nota come “la storta”, che oggi ospita la compagnia Generali,
  • La torre Isozaki, nota come “la dritta”, che oggi ospita l’azienda Allianz,
  • La torre Libeskind, nota come “la curva”, sede di PwC.

Ai piedi delle Tre Torri sorge una grande piazza pedonale, dalla quale si accede al CityLife Shopping District, ovvero un grande distretto urbano interamente dedicato allo shopping, che ospita negozi, ristoranti, bar e cinema.

8. Navigli

Il quartiere dei Navigli ha inizio da Porta Ticinese, sede della Darsena, il vecchio porto della città, da cui partono il Naviglio Grande e il Naviglio Pavese.

I Navigli milanesi sono dei canali artificiali navigabili, costruiti tra il XII e il XVI secolo, nati con lo scopo di fornire acqua al centro città e come trasporto merci.

Oggi i Navigli di Milano sono famosi per la loro movida notturna, ma soprattutto per il momento aperitivo, dove diversi locali offrono una grande quantità di cibo accompagnata da particolari cocktail.

Una particolarità del quartiere è che ogni ultima domenica del mese il tratto iniziale del Naviglio Grande ospita il Mercatone dell’Antiquariato, ovvero una mostra, prevalentemente di antiquariato, che prevede più di 380 espositori.

9. Chinatown

La famosa via Paolo Sarpi, conosciuta con il nome di Chinatown, negli ultimi anni è stata rinnovata, diventando uno dei quartieri più famosi di Milano.

Il nome del quartiere deriva dalla notevole concentrazione della comunità cinese e di esercizi commerciali da loro gestiti.

Il quartiere multietnico è caratterizzato da negozi alimentari, ristoranti e bancarelle che offrono cibo tipico asiatico.

10. Monumentale

Monumentale è un grande cimitero cittadino che ospita i monumenti sepolcrali di diverse famiglie dell’alta borghesia di Milano e di personaggi illustri, quali Alessandro Manzoni, Carlo Cattaneo e Salvatore Quasimodo.

Oggi il cimitero di Monumentale ospita circa 220.000 sepolture, per un’area di 250.000 metri quadrati.

La visita al cimitero è gratuita tutti i giorni dalle 8:00 del mattino alle 18:00 di sera, lunedì escluso, previa chiusura della struttura.

Se avete programmato di visitare Milano, queste sono le 10 cose che non potete assolutamente perdere.

Per visitare la città, inoltre, il comune mette a disposizione il Milano Pass, ovvero un biglietto della durata di due giorni, con il quale si può accedere gratuitamente alle maggiori attrazioni della capitale meneghina e all’uso illimitato del trasporto pubblico.

Condividi l'articolo