Sostenibilità: Milano sempre più verso un futuro green

Sostenibilità

La capitale meneghina oggigiorno sta diventando sempre più una città sostenibile, non solo a livello nazionale, ma anche europeo.

Tra le prime novità sostenibili, sicuramente ricordiamo gli investimenti effettuati dal Comune di Milano a favore della mobilità: l’incremento delle piste ciclabili, l’utilizzo dei servizi di car sharing, la riqualificazione di vecchi quartieri con la creazione di distretti più sostenibili ben collegati tra di loro grazie alla presenza della metropolitana e di piste ciclopedonali.

Una forte attenzione c’è stata anche nei confronti dei cittadini, al fine di sensibilizzarli sull’argomento e indurli ad un cambiamento, specialmente in relazione ai trasporti. Molti milanesi, infatti, ad oggi, utilizzano sempre più spesso il servizio di sharing mobility, prediligendo, ove e quando possibile, trasporti più sostenibili.

Cosa si intende con il termine ecosostenibilità?

ecosostenibilità-significato

Sentiamo spesso parlare di ecosostenibilità in diverse aree: si parte dal settore ambientale, fino ad arrivare a quello economico, passando dalla tutela ambientale vista in un’ottica sociale.

Ma cosa si intende con questo termine?

Esistono sicuramente diverse definizioni relative al termine ecosostenibilità, ma tutte convergono alla medesima conclusione: ecosostenibile è tutto ciò che spinge l’essere umano ad agire in maniera tale da permettere alle generazioni future di vivere in un mondo che abbia una quantità di risorse pari a quelle presenti oggi in natura.  

Costruzioni: come gli edifici milanesi stanno diventando più sostenibili

Una grande sensibilizzazione è rivolta alla costruzione di nuovi edifici, per i quali, ad esempio, vengono predisposte terrazze green, rigogliose di piante, ideali per diminuire la temperatura atmosferica, o pannelli fotovoltaici.

Interventi in ambito privato e pubblico (come la creazione di aree verdi e la piantagione di nuovi alberi), insieme ad una presa di coscienza da parte dei cittadini, contribuiscono a rendere Milano una città più sostenibile.

La capitale meneghina, infatti, è nota per le recenti costruzioni in ambito di architettura sostenibile, in grado di ridurre il proprio impatto sull’ambiente, con l’obiettivo di riqualificare i quartieri.

Quattro progetti ecosostenibili in città

Milano si è sempre distinta per la sua attitudine al cambiamento e di certo non poteva venire meno nel momento in cui è stato introdotto il concetto di sostenibilità ambientale, andando ad adattare la città al “nuovo mondo”, prestando cura alla costruzione di nuovi edifici, in particolare adottando un’architettura innovativa e sostenibile.

Ecco quattro dei progetti ecosostenibili che si possono trovare a Milano: Bosco Verticale, Biblioteca degli Alberi, UpTown e BabyLife.

Il Bosco Verticale

bosco-verticale

Uno degli esempi più significativi è sicuramente quello riguardante la costruzione, nel 2014, del famoso Bosco Verticale, una costruzione di Stefano Boeri, all’interno dell’opera di riqualificazione del quartiere di Porta Nuova.

L’edificio si compone di due torri residenziali che presentano, nel totale, 900 alberi, 5.000 arbusti e 11.000 piante floreali perenni, distribuite in modo irregolare su tutte le otto facciate.

Insieme ai Giardini di Porta Nuova, il Bosco Verticale ricrea un microclima, assorbendo CO2 e polveri sottili (prodotte dall’inquinamento urbano), ricreando ossigeno e umidità.

La Biblioteca degli Alberi

piazza-gae-aulenti

Un altro progetto ecosostenibile è la Biblioteca degli Alberi, progetto nato nel 2018, che oggi si erge su piazza Gae Aulenti.

Questa infrastruttura verde, con le sue aree alberate, sarà il polmone verde del quartiere Porta Nuova.

Ma quali sono gli obiettivi che persegue questo progetto?

La realizzazione di uno spazio che possa coniugare diverse attività al suo interno, quali eventi culturali e di svago.

La creazione di un moderno giardino botanico.

La realizzazione di percorsi che permettano di collegare tra di loro gli edifici già esistenti nell’area.

UpTown: il quartiere milanese a impatto zero

uptown-quartiere-sostenibile

Nella zona di Cascina Merlata, sorge il primo quartiere carbon free d’Europa: Uptown.

Il quartiere ha l’obiettivo di promuovere i servizi di car e bike sharing, proponendo una mobilità più sostenibile.

Per avere maggiori informazioni sui servizi di bike sharing previsti a Milano, leggete qui il relativo articolo sul nostro blog, in cui vengono riportate le principali agenzie, comprensive di costi, e consigli su quale servizio scegliere in base alle necessità.

Uptown, inoltre, propone un nuovo stile di vita, nell’ottica di una città più futuristica e nel pieno rispetto della natura, mettendo a disposizione dei residenti nuovi sistemi di sicurezza e un sistema di videosorveglianza serale nell’intero quartiere e costruendo edifici in grado di avere migliori performance a livello energetico.

BabyLife: l’asilo che sorge nel parco di CityLife

milano-citylife

BabyLife è il primo asilo nido, che sorge nel parco di CityLife, costruito completamente in legno con tremila metri quadrati di giardino.

Inaugurato nel 2018, l’edificio è stato costruito interamente con materiali sostenibili ed ecologici a basso impatto ambientale, infatti il rivestimento interno della struttura è principalmente in legno.

Una particolare attenzione è stata posta all’orientamento dell’edificio, all’ottimizzazione degli impianti e all’uso corretto dell’illuminazione naturale, riducendo, quando possibile, l’utilizzo di fonti artificiali.

Infine, la città si classifica ai primi posti anche sul piano dell’economia circolare, contribuendo a ridurre i rifiuti al minimo, estendendo il ciclo di vita dei prodotti.

Condividi l'articolo