10 Cose da vedere a Roma

10-cose-vedere-roma

È difficile e quasi impossibile affermare di conoscere veramente Roma, la città eterna. In ogni via di ogni quartiere si cela un tesoro nascosto che attende solo di essere scoperto dal prossimo viandante. E forse è proprio grazie a questi segreti che Roma continua ad attrarre nuovi viaggiatori.

Per rendere più semplice il vostro soggiorno a Roma ed aiutarvi ad orientarvi all’interno del suo infinito patrimonio artistico, abbiamo pensato di presentarvi i 10 luoghi imperdibili della Capitale.

1. Il Colosseo

Il Colosseo, simbolo di Roma, e una delle nuove sette meraviglie del mondo si trova al centro della città antica. Originariamente chiamato Anfiteatro Flavio, oggi è uno dei monumenti più conosciuti al mondo. Occupa una superficie di 24mila mq e inizialmente poteva ospitare circa 50.000 persone. Commissionato dall’imperatore Tito Flavio Vespasiano, la sua costruzione iniziò nel 70 d.C. e terminò dopo 10 anni, quando Roma era ormai in mano al figlio. Il suo disfacimento iniziò nel periodo medioevale quando venne utilizzato come grande deposito di materiali e animali. Oggi ha riacquisito la notorietà che gli spetta ed è sede di esposizioni ed eventi.

2. Pantheon

Pantheon deriva dal greco antico e significa ‘tutti gli Dei’, è infatti un tempio politeista posizionato anch’esso nel centro della città e noto per le sue peculiarità architettoniche. La cupola del Pantheon è la più vasta mai costruita in calcestruzzo non armato. La particolarità di questa struttura è l’oculus, un grande foro al centro della cupola che rappresenta l’unica fonte di luce interna.

3. Fontana di Trevi

La Fontana di Trevi, situata nell’omonima Piazza di Trevi, è un monumento molto più recente rispetto ai due precedenti. L’inizio della sua costruzione risale al 1732 ma venne inaugurata solo 30 anni dopo. Utilizzata in notevoli capolavori cinematografici, come La Dolce Vita di Fellini, è diventata fulcro di numerose tradizioni culturali. La principale è quella del lancio della moneta, a cui vengono attribuite capacità portafortuna. Dal 2006 inoltre, il Comune di Roma, ha deciso di donare alla Caritas tutte le monete gettate all’interno della Fontana come atto di beneficenza.

4. I Fori Imperiali

Il centro della vita politica dell’Antica Roma veniva svolto proprio qui, tra i Fori Imperiali, costruiti a partire dal 46 a.C. All’interno di questo parco troviamo (in ordine temporale della loro costruzione) il Foro di Cesare, il Foro di Augusto, il Tempio della Pace, il Foro di Nerva e infine il Foro di Traiano. Occupano una superficie di 120.000 mq e rappresentano un’area indimenticabile della città, in particolar modo se la si ammira al calar del sole.

5. Piazza Navona e Piazza di Spagna

Piazza Navona e Piazza di Spagna rappresentano le due principali piazze della Capitale italiana. La prima è stata costruita in onore di Papa Innocenzo X. La sua forma peculiare deriva dal fatto che, nell’Antica Roma, veniva utilizzata come stadio e poteva ospitare addirittura fino a 30.000 persone. Piazza di Spagna, con la sua nota scalinata di Trinità dei Monti, rappresenta la piazza più celebre di Roma. Al centro troviamo la Statua della Barcaccia, costruita in periodo barocco dal celebre scultore Pietro Bernini e suo figlio Gian Lorenzo.

6. Musei Vaticani e Cappella Sistina

I Musei Vaticani, inclusi oggi tra i musei più importanti al mondo, si trovano in Città del Vaticano. Questi musei sono stati inaugurati nel 1700 e ospitano alcune tra le più rilevanti opere artistiche. Tra queste troviamo la Cappella Sistina, con il suo Giudizio Universale dipinto dal celeberrimo Michelangelo Buonarroti, che impiegò circa 10 anni solo per completare questo pezzo unico.

7. Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro rappresenta una delle più grandi chiese al mondo. È stata edificata intorno all’anno 320 dall’imperatore Costantino, ed oggi è una delle principali mete dei turisti di tutto il mondo. All’interno possiamo ammirare la celebre opera di Michelangelo, La Pietà, capace di trasmetterci stupore e dispiacere nello stesso momento. La struttura permette anche di salire in cima alla gigantesca Cupola, una faticosa scalinata di 550 gradini ma per cui assolutamente ne vale la pena. Per i meno inclini al ‘trekking’ vi è un ascensore che permette di saltare i primi 200 scalini.

8. Villa e Galleria borghese

La Galleria Borghese è un museo situato all’interno di Villa Borghese. Qui troviamo la maggior parte delle opere iniziate dal collezionista Scipione Borghese, da cui prende il nome la Villa. Il museo è stato aperto nel 1903 e ospita opere di artisti celebri, tra cui Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Canova e Gian Lorenzo Bernini. Di quest’ultimo troviamo i capolavori Ratto di Proserpina e Apollo e Dafne.

9. Colle Palatino

Il Palatino è uno dei sette colli di Roma. È uno dei siti più antichi della città, infatti leggenda narra che è proprio qui dove la Capitale mise le sue prime radici. L’area è ricca di edifici e monumenti architettonici, tra i più importanti riconosciamo: la Domus Flavia, la Casa di Augusto, il Giardino Botanico e infine, il Museo del Palatino, dove possiamo trovare ciò che è emerso dagli scavi archeologici.

10. Trastevere

Trastevere, letteralmente al di là del Tevere, è uno dei quartieri più caratteristici di Roma. Il momento della giornata più adatto per visitare questa zona è proprio la sera, quando si anima della vivacità di locali, ristoranti, trattorie e negozietti di artigianato. Se volete mangiare buona cucina romana questo è il luogo più indicato.

Per poter visitare i monumenti della Capitale in modo semplice, il Comune di Roma mette a disposizione il Roma pass, una carta valida 48 o 72 ore che include 45 musei, monumenti e aree archeologiche. All’interno del sito Turismo Roma, oltre alla sezione dedicata al Roma Pass, troverete informazioni utili se avete deciso di visitare la Capitale. 

Condividi l'articolo